English (US) | Italiano

VITTORIO VACCA' ALBUM FOTOGRAFICO

Le seguenti immagini son state tratte dall’album fotografico di Vittorio Vaccà.
Classe 1910, entrò nella Regia Marina nel 1928 imbarcando sui sommergibili classe Balilla: l’Enrico Toti prima e il Domenico Sciesa poi.
Prese parte sul primo, al periplo dell’Africa, periplo che i due citati sommergibili compirono (La Spezia-Suez-Mar Rosso-Città del Capo-Gibilterra-La Spezia), dal 14 settembre del 1933 al 25 febbraio del 1934.
Alla fine degli anni trenta, trasferito sul sommergibile avvicinatore Iride attrezzato per trasportare i “maiali” i siluri a lenta corsa, fu uno dei pochi superstiti che si salvò durante la missione G.A.1. Il 22 agosto del 1940 l’Iride, attaccato dagli aerosiluranti inglesi Swordfish, affondò su bassi fondali nel golfo di Bomba, vicino a Tobruk. Intrappolato nel locale lancio A.D. insieme ad altri nove uomini dell’equipaggio fu salvato grazie all’abnegazione degli operatori gamma dei mezzi d’assalto che ne riuscirono a recuperare vivi, purtroppo, solo cinque, tra i quali il Capo Elettricista Vaccà.
In seguito, dopo, un periodo a terra come addestratore su sommergibili tipo H, nel 1942 fu imbarcato sui sommergibili tascabili i CB di stanza in Mar Nero, prima a Jalta e poi a Costanza, al comando della 4° flottiglia Mas. Il compito era quello di intercettare i rifornimenti all’Armata Rossa attaccando i convogli e navi da guerra sovietiche.
Rientrato in Italia nella primavera del 1943 Vittorio Vaccà, dopo l’Armistizio, aderì alla Repubblica Sociale tornando sui mezzi d’assalto. Nel dopoguerra entrò nella Marina Mercantile e, dopo una vita passata sul mare, si spense serenamente nel 1995.

The following images are taken out of Electrician Petty Officer Vittorio Vaccà’s photo album.
Born in 1910, he recruited in Italian Royal Navy as Ordinary Seaman in 1928, and was signed on Enrico Toti (Balilla Class) at first and afterwards on Domenico Sciesa, taking part on Enrico Toti to the first African circumnavigation (La Spezia, Suez, Mar Rosso, Città del Capo, Gibilterra, La Spezia) from September 14 1933 to February 25 1934, together with Sciesa and Balilla submarines.
At the end of thirties he was signed on Iride submarine which was equipped to carry low-speed run “maiali”; he was one of the few survivors during G.A.1 mission on August 22 1940. Iride was attacked by British torpedo-bombers Swordfish and sunk in Bomba gulf shallow waters, next to Tobruk. Chief Vaccà remained trapped into launching room A.D. together with nine members of the crew and was saved thanks to gamma operators’ abnegation who succeeded to recovery alive just five of them.
After a period spent ashore as Type-H submarines trainer, he was signed on CB pocket subs stationed in Black Sea at Jalta and subsequently to 4th Mas flotilla Command. His task was to intercept ships supplying Red Army attacking Soviet convoys.
Got back to Italy during 1943 Spring, after armistice, Vittorio Vaccà joined Social Republic and was signed again on assault vessels. At the end of the war he joined Merchant Navy and, after a life spent at sea, he serenely died in 1995.

Lingua preferita

English (US) | Italiano

Immagine casuale

Google +1