English (US) | Italiano

PROBITAS

Motonave Probitas
Realizzata alla Spezia nel 1919 per la S.C.N. (Società Nazionale di Navigazione) dal Cantiere Navale Ansaldo del Muggiano con numero di costruzione 162, era lunga circa centoventi metri e larga sedici con stazza di oltre 5.000 tls. Con il nome di “Ansaldo San Giorgio I” fu adibita al trasporto di emigranti e merci sulla rotta atlantica. Con nome di “Probitas” passò di proprietà, prima nel 1928, alla Società Anonima per l'Industria ed il Commercio Marittimo Nova Genuensis e, poi nel 1933, alla Società Anonima Industrie ed Armamento sempre con sede a Genova. Scoppiata la II G.M. fu requisita dalla Regia Marina 23 Settembre 1941e adibita sulle rotte per l’Africa settentrionale per trasporto truppe verso i vari teatri di guerra. Dopo l’otto settembre 1943 venne dislocata a Brindisi per le operazioni di rimpatrio delle truppe italiane presenti nei territori della Dalmazia, dell’Albania, della Grecia e isole limitrofe. Nel secondo viaggio verso le coste albanesi, scortato dalla corvetta Sibilla e dalla torpediniera Stocco in convoglio con il piroscafo Dubac e la motonave Salvatore, si diresse verso il porto di Saranda (Albania) per imbarcare tutti i militari lì presenti. La Probitas, il 24 settembre del 1943, giunse in quel porto con un’avaria ai motori e non poté più prendere la via del ritorno. Sottoposta a quattro attacchi successivi di aerei tedeschi Junkers 87, affondò inesorabilmente verso 5 del pomeriggio al centro della rada.
Misera fine fecero purtroppo i militari della Divisione Perugia rimasti a terra, che nel tentativo di raggiungere la penisola di Porto Palermo dove avrebbero potuto trovare altri natanti per poter rimpatriare, furono intercettati dagli uomini del primo battaglione del 99° Reggimento della «Gebirgsjäger» - una Divisione di cacciatori di montagna, che dal 4 al 7 ottobre fucilò lo Stato Maggiore e tutti gli ufficiali.

Motorship Probitas
Built in La Spezia in1919 on behalf of S.C.N. (Navigation National Society) by Muggiano Ansaldo Shipyard, building number 162, it had a length of about 120 meters, beam of 16 meters and a gross burden of over 5.000 tls. Called “Ansaldo San Giorgio I” it was used to carry emigrants and goods bound for atlantic ocean. Recalled “Probitas”, before 1928 its property passed to Nova Genuensis, an Industry and Sea-trade Joint-stock Company; in 1933 the new owner was Industry and Commission Joint-stock Company having registered office in Genoa too. At the outbreak of WWII it was requisitioned by Royal Italian Navy on September 23 1941 and used to carry troops towards different war scenes in Northern Africa.
Following September 8 1943 it was detached in Brindisi for repatriation of Italian troops from Dalmazia, Albany, Greece and border islands area. During the second voyage towards Albanian coasts, escorted by the corvette Sibilla and by torpedo-boat Stocco, together with the steamer Dubac and the motorship Salvatore, it headed towards Saranda (Albania) harbour to take on board all the troops standing there. On September 24 1943, Probitas reached the harbor having a trouble with propulsion so it was impossible to come back. Attacked four times by German airpcrafts Junker 87, it sank inexorable at about 5 p.m. in the middle of the roadstead.
Unfortunately the Perugia Division troops left behind; trying to reach Porto Palermo peninsula where other ships were available to get them back to homeland, they were cut off by the soldiers belonging to the first battalion of the 99th regiment of “Gebirgsjäger”, mountain light division, which in the period 4-7 October shot the Staff and all the Officers.

Lingua preferita

English (US) | Italiano

Immagine casuale

Lingua preferita

English (US) | Italiano

Statistiche galleria

  • Versione: 3.1.2
  • Album: 1023
  • Foto: 7168
  • Hit: 6528995