English (US) | Italiano

Scirè

Il 10 agosto 1942 il R. Smg. Scirè della X^ Flottiglia MAS dopo i successi di Gibilterra e di Alessandria dove erano stati affondati, nel porto egiziano, le due corazzate inglesi, la Valiant e la Queen Elizabeth, si stava apprestando ad attaccare il porto di Haifa, allora sotto il controllo inglese, con undici incursori (uomini gamma come venivano allora chiamati ) che aveva a bordo. Su di esso, invece, si scatenò l’inferno: artiglieria costiera, aerei e navi nemiche erano all’erta, perché il Comando di quella base navale erano al corrente dell’incursione avendo, i servizi segreti britannici, decifrato i relativi messaggi intercorsi tra le forze italiane e tedesche. La IANTD Expeditions di recente ne ha trovata la prova negli archivi britannici. Dopo una caccia spietata lo Scirè fu affondato con il suo comandante Bruno Zelik e tutti i suoi marinai ed incursori a bordo. Dopo un lungo periodo d’oblio, va dato merito all’archeologo subacqueo israeliano Ehud Galili, che lo aveva per primo ritrovato, aver portato all'attenzione dei media lo stato del relitto con tutto il suo carico umano. Nel 1984 esso è stato, pertanto, oggetto di una spedizione della Marina Militare Italiana con il compito di recuperare le salme dei caduti, seguita da una successiva nel 2002. Ora questo sommergibile, medaglia d’oro alla bandiera, è entrato definitivamente nella storia ed è tutt’oggi una delle unità navali più famose al mondo e il suo relitto è visitato saltuariamente da subacquei israeliani e italiani.


On 10th August 1942 the royal Italian Navy submarine Scirè of the X° Flotilla MAS, after the Gibraltar and Alexandria successes where in the Egyptian harbour were sunken two British battleships the Valiant and the Queen Elizabeth, was getting ready to attack the Haifa harbour, then under the British control, with eleven frog men (called gamma men) aboard. Unfortunately, over her the hell broke out: enemy coast artillery and ships were on alert, the Haifa naval base was informed about the raid, because the British secret services deciphered the messages between the Italian and German forces. The IANTD Expeditions recently found evidences in the British Archives. At the end of a merciless hunt, the Scirè was sunk with its commander Bruno Zelik and all her hands of seamen and frog men aboard. After many years, the Israeli u/w archaeologist Ehud Galili, called the media attention about the wreck conditions with its human remains. In 1984 the Italian Navy accomplished an expedition with the aim to recover the bodies’ remains of the fallen and in 2002 another one to definitely seal the entrances into the wreck. Now this submarine, Italian gold medal to the flag, is definitively entered into the history and by now is one among the naval units most popular in the world.

Lingua preferita

English (US) | Italiano

Immagine casuale

Lingua preferita

English (US) | Italiano

Statistiche galleria

  • Versione: 3.1.2
  • Album: 968
  • Foto: 6812
  • Hit: 4573409